Il problema del "grande balzo in avanti" cinese


Nel 1958 Mao tse-tung lancia un nuovo piano economico riassunto nello slogan del "grande balzo in avanti", il piano ha come obiettivo il raddoppio della produzione agricola industriale. Parallelamente nelle campagne si procede a una più rigorosa collettivizzazione delle aziende agricole con la costituzione dei comuni produttive, dirette non più da un singolo titolare dell'azienda ma da organismi direttivi eletti dai membri della comune agricola. Il risultato di tutta questa operazione è a dir poco disastrosa, specie per quanto concerne il settore agricolo. La produzione di cereali crolla, tra il 1959 e il 1962 non ci sono rifornimenti sufficienti per nutrire tutta la popolazione, specie nelle aree rurali: il risultato è che 20 milioni circa di persone muoiono per denutrizione o per malattie legate all'insufficiente alimentazione.

Lo stato di crisi vissuto dalla Cina dopo il tentativo del "grande balzo in avanti" produce ripercussioni significative sia in politica estera sia in politica interna. Nel primo ambito Mao decide di seguire una via più autonoma e indipendente dall'Urss, con la quale si chiudono i rapporti diplomatici anche perché l'Unione Sovietica giudica molto negativamente il tentativo cinese di esercitare un'egemonia politica su tutta l'Asia comunista. Il contrasto con l'Urss da luogo a scontri, tra Russia e Cina, nei pressi del fiume Ussuri. L'allontanamento diplomatico della Cina dall'Urss ha per il colosso comunista asiatico degli aspetti positivi infatti nel 1971 vale, per esempio, alla Cina comunista l'ammissione all'Onu, al posto della ormai irrilevante Repubblica nazionalista cinese di Taiwan, all'epoca ancora diretta da Chiang Kai-shek. Nel secondo ambito il problema fondamentale che Mao si trova a dover fronteggiare è costituito dalla robusta opposizione interna che si è formata dopo l'insuccesso della politica economica avviata nel 1958, opposizione che trova nel segretario del partito comunista cinese, Deng Xiaoping (1904-1997), la sua guida principale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email