Ominide 4554 punti

Principio di sussidiarietà e di solidarietà della Chiesa cattolica


La dottrina sociale della chiesa si fonda su due principi fondamentali: il principio di sussidiarietà e di solidarietà che verranno analizzati qui di seguito.
Principio di sussidiarietà: se le persone hanno bisogno, lo stato deve intervenire ma se le persone di sono già attivate, ad esempio con l’opera dei congressi e dei comitati cattolici, quindi con delle realtà che funzionano bene lo stato non deve opporsi a tale realtà, al limite può favorirle.
Ad esempio se in una regione non c’è una scuola lo stato ma la deve creare, ma se ve ne è già una che funziona non deve intervenire. Quindi questo principio favorisce le iniziative provenienti dal basso. Lo stesso principio fu inserito anche nel Trattato di Maastricht del 1892, sul quale si fonda la comunione europea. Precisamente si afferma che lo stato non deve intervenire su ciò che i cittadini fanno da soli e se vi sono dei problemi prima devono intervenire i comuni, poi le regioni e solamente dopo lo Stato.

Principio di solidarietà: gli uomini devono aiutarsi fra di loro. Dio ha dato agli uomini dei doni alla persone e se delle persone sono state più fortunate di altre le ha invitate a spartirsi tali beni. Se una persona è un vero cristiano si comporta così ma non deve essere obbligato con la forza, quindi, questo principio si oppone al comunismo perché ritiene che la proprietà sia un diritto e che non debba essere tolta con la forza.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email