Ominide 28 punti
Questo appunto contiene un allegato
Prima guerra mondiale, sintesi (2) scaricato 3 volte

Prima della guerra

A fine Ottocento, vi erano diverse situazioni di tensione tra gli stati europei:
-La Francia voleva prendersi (Alsazia e Lorena)la rivincita nei confronti della Germania dopo la sconfitta del 1870;
-L'Inghilterra si preoccupava del rapido sviluppo della Germania;
-L'Italia voleva conquistare Trento e Trieste.
Bismarck (cancelliere tedesco = primo ministro ) cercò di creare un sistema di alleanze chiamato "concerto europeo" che gli consentì di mantenere la pace dal 1870 al 1914:
- legò l'Austria e la Russia alla Germania attraverso il "patto dei tre imperatori", un patto di non belligeranza del 1873;
- nel 1882 si stipulò la Triplice alleanza tra Germania, Austria e Italia
- Per quanto riguarda la Gran Bretagna, Bismarck si accontentò di alcuni possedimenti in Africa.
Con il nuovo Kaiser tedesco Guglielmo II si avviò una nuova politica estera; i suoi obiettivi erano:

1) avviare una nuova fase d'espansione coloniale, in concorrenza con la Gran Bretagna;
2) costruire la "grande Germania", unificando nel Reich tutti i territori europei abitati dai tedeschi.
All'inizio del 900 l'Europa si divise in due blocchi:
● la Triplice alleanza (Germania, Austria e Italia);
● la Triplice intesa (Russia, Francia e Inghilterra).
L’Austria-Ungheria, che voleva conquistare l’intera area dei Balcani, aveva recentemente annesso la Bosnia.
La Serbia invece, potenza emergente dei Balcani, voleva conquistare la Bosnia.
Bastava poco per fare scoppiare una guerra, una scintilla: il 28 giugno 1914, a Sarajevo, capitale della BOSNIA, uno studente Serbo assassinò l’arciduca erede al trono Francesco Ferdinando d’Asburgo-Este e la moglie Sofia.
La Bosnia, recentemente annessa all'Austria-Ungheria aspirava all'indipendenza: l'Austria decise allora di considerare responsabile dell'attentato l'intera Serbia, che dava protezione ai gruppi patriottici slavi di tutta l'area balcanica.
L'Austria impose alla Serbia un ultimatum con condizioni durissime: essa doveva cessare ogni opposizione, sopprimere i giornali anti-austriaci e assicurare alla giustizia i complici dell'attentatore. In caso contrario sarebbe stata invasa.
Il governo serbo respinse l'ultimatum e l'Austria- Ungheria, il 28 luglio 1914, un mese esatto dopo Sarajevo, dichiarò guerra alla Serbia, che si concluse oltre quattro anni dopo, l‘11 novembre 1918.

A fianco della Serbia si schierò:
la Russia e di conseguenza la Francia e l'Inghilterra (Triplice intesa) e Romania e Giappone.
A fianco dell'Austria-Ungheria si schierò:

la Germania (Triplice alleanza), Turchia e Bulgaria.


* l'Italia invece rimase neutrale : poiché la Triplice alleanza era un patto di difesa ed era stata l'Austria a dichiarare guerra alla Serbia

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email