Ominide 1407 punti

Confronto tra Prima e Seconda Guerra Mondiale


Mentre la Grande Guerra fu prevalentemente una scontro europeo, con appendici coloniali in Asia e in Africa e fu caratterizzata su tutti i principali fronti dalla presenza delle trincee (che ne sono diventate il simbolo universale), nella seconda guerra mondiale i fronti extraeuropei rivestono un’importanza decisiva e fu caratterizzata da una pluralità di esperienza belliche che cambiarono molto il volto della guerra. La seconda guerra mondiale, infatti, fu soprattutto una guerra di movimento, caratterizzata dall’uso di nuove armi o strumenti bellici come il radar, gli aerei, i razzi a lunga gittata, i combattimenti aereonavali, le guerre urbane (o guerre dei topi), mentre la prima guerra mondiale fu sostanzialmente una guerra di posizione. Inoltre, se il conflitto del 1914-1918 fu caratterizzato da una scarsissima possibilità di colpire l’interno dei Paesi nemici per distruggere il loro apparato industriale, durante la seconda guerra mondiale l’aviazione riusciva a colpire direttamente i centri produttivi e le città, per distruggere le risorse industriali dei Paesi nemici e minare le loro capacità di resistenza; per tutti questi motivi nel secondo conflitto mondiale vi fu un massiccio e diretto coinvolgimento della popolazione civile che, invece, durante la Grande Guerra fu coinvolto solo marginalmente. La secondo guerra, dunque, provocò molte più vittime rispetto alla prima. Infine, se nella prima guerra mondiale la partecipazione americana non aveva messo in discussione la centralità dell’Europa, nella seconda guerra mondiale la partecipazione americana provoca la fine dell’egemonia politica europea, con la stesura del documento programmatico noto come Carta Atlantica.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email