Ominide 3880 punti

La prima guerra mondiale

Le cause di questo primo conflitto mondiale possiamo schematizzarle a motivi di rivalità fra i diversi stati europei. Una di questa, comunque di relativa importanza era la rivalità che esisteva tra L’Inghilterra e Germania. L’Inghilterra era una grande potenza industriale e coloniale e non tollerava la concorrenza commerciale della Germania che in quel periodo era condotta dall’imperatore Guglielmo II il quale attuava una politica interna volta a potenziare il settore industriale tedesco e rafforzare lo stato con armamenti moderni in vista di un ingrandimento del suo impero coloniale e per l’egemonia in Europa. Una seconda rivalità era tra Francia e Germania, la Francia aveva ancora un senso di rivincita contro la Germania, perché la Germania nel 1870 nella guerra franco-prussiana aveva tolto alla Francia l’Alsazia e la Lorena che appunto appartengono alla Germania. La tensione tra Francia e Germania era alimentata dallo stesso obiettivo espansionistico in Marocco. In seguito a queste tensioni nel 1907, Francia – Inghilterra – Russia formano la Triplice Intesa, anti tedesca e anti austriaca. Quest’alleanza amplificò una corsa agli armamenti in Germania la quale si prepara alla guerra. La Russia entra nell’alleanza perché ha mire espansionistiche che riguardano i paesi della penisola balcanica come l’impero Ottomano. La Turchia sta perdendo territori e la Russia e l’Austria se ne vogliono approfittare per impossessarsi di quei territori. La penisola balcanica aveva una situazione molto delicata. La Serbia era uno dei paesi che si era liberato dalle guerre balcaniche, quindi divenne indipendente. La Serbia mira a costruire un impero slavo indipendente contro appunto le mire espansionistiche della Russia e dell’Austria quindi in Serbia si va formando un movimento attivo di giovani, irredentista, slavo volto a proteggere l’indipendenza dei territori slavi. Dopo il primo conflitto mondiale nasce la Jugoslavia.

L'evento che scatenerà la prima guerra mondiale: Abbiamo una situazione delicata tra gli stati più industrializzati come Francia, Germania e nella penisola balcanica dove appunto si avrà la scintilla che farà scoppiare la prima guerra mondiale. La Bosnia che era sotto il dominio austriaco, quì, c'era il movimento irredentista slavo appunto di origine Serba che voleva portare avanti il programma indipendentistico ed è dalla Serbia che partirà l'attentato nei confronti dell'arciduca Francese Ferdinando D'Asburgo erede al trono dell'Austria. Mentre il re e sua moglie sfilavano a Farajevo furono vittime di un attentato e vennero sparati da un giovane di nome Gavrilo Princip. Questo avvenimento fu una pretesta grazie alla quale l'Austria incolpò la Serbia dandole un ultimatum nella quale si evincevano due condizioni: il primo era di eliminare in Serbia ogni movimento irredentistico slavo, il secondo era di consentire ai funzionari austriaci di compiere le indagini sulle responsabilità dell'attentato. La Serbia rifiutò categoricamente perché questo ultimatum venne interpretato dal governo Serbo come un offesa alla sovranità del popolo. Non accettando le condizioni quindi l'Austria dichiara, dopo l'ultimatum di 24-48 ore, dove se non c'è risposta o risposta negativa si va oltre, guerra alla Serbia. Ed è qui che inizia il primo conflitto mondiale tra Austria, Germania e Serbia nel 28 Luglio 1914. In pochi giorni il conflitto divenne di carattere europeo perché entra in atto il meccanismo delle forze europee. La Francia e la Russia andarono in supporto della Serbia mentre la Germania dichiarò guerra alla Francia e Russia, impiegando un esercito che invase il Belgio che era un paese neutrale. La violazione ella neutralità belga che appunto consisteva nell'invasione dell'esercito dopo le frontiere, costrinse la Gran Bretagna ad entrare nel conflitto al fianco della Francia e Russia dato che faceva parte della Triplice Intesa. Di conseguenza il sistema delle alleanze viene subito messo in pratica e il conflitto si diffonde in Europa. Intanto nel conflitto non parteciperà l'Italia la quale entrerà solo un anno dopo. L'Italia non entra perché, il governo Salandra dichiarò la neutralità dell'Italia avvalendosi di una clausola della Triplice Alleanza con la Germania e Austria che prevedeva che solo nel caso in cui uno dei tre stati fosse stato offeso o attaccato da altri stati scattava il meccanismo della difesa ma questa clausola non venne soddisfatta perché l'Austria e la Germania non vennero ne attaccate ne offese ma loro iniziarono e promossero il tutto.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove