Libia
Non più colonia italiana
1951 monarchia indipendente senza particolari ostacoli
1969 su esempio di Nasser Gheddafi (nato nel 1942) giocava un colpo di stato che deponeva la monarchia e portava Gheddafi al potere.

Tunisia
Attivo movimento nazionalista guidato da Burghiba riusciva ad ottenere dai francesi che riconoscessero l'indipendenza del paese, stato libero.

Marocco
Qui il movimento indipendentista era stato appoggiato dallo stesso sultano Ben Yussef.
Marzo 1956 Francia riconosce l'indipendenza del Marocco, stato libero, monarchia.

Algeria
Dalla fine della guerra reclamata indipendenza, processo lungo e drammatico.
Qui i problemi perché oltre 1 milione di coloni francesi e il fatto che a differenza di altri paesi non era considerato colonia, ma parte integrante del territorio metropolitano francese.
La resistenza della Francia rafforzò l'ala intransigente del movimento nazionalistico algerini che si costituì:

FLN fronte di liberazione nazionale guida Ben Bella (nato nel 1916)

Guerra civile, dal 1954 tra la resistenza algerina contro i francesi
Dal 1956 molto accesa
La reazione francese animata dai coloni trovo sostegno dell'esercito che umiliato dall'Indocina voleva la rivincita.
Al terrorismo algerini i francesi durissima repressione, come la tortura e l'eliminazione sommaria dei prigionieri.

Ruolo dei militari:
Per sostenere la repressione e timore di un cedimento del governo di Parigi.
Nel maggio 1958 tra i coloni francesi e alcuni elementi dell'esercito si costituì ad Algeri un comitato di salute pubblica.
La questione algerina ebbe un ruolo particolare sulla politica interna della Francia, profilando un pericolo, il colpo di stato militare.
Favori intorno al potere di De Gaulle che riconobbe il diritto di autodeterminazione di quel popolo.

Luglio 1962, indipendenza dell'Algeria
Giugno 1961 in Algeria il referendum per decidere la sorte di quel territorio. Esito scontato, stato libero.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email