simohpe di simohpe
Ominide 849 punti

A completare il quadro delle trasformazioni che si verificarono in Europa e dei tentativi di cambiamento che fallirono dobbiamo ricordare la rivoluzione belga del 1830 e i fallimenti che si verificarono in Polonia e in Italia nello stesso anno. Il movimento rivoluzionario francese del 1830 ebbe origine dall’aspirazione alle libertà politiche. Quello che scoppiò nel Belgio, portandolo alla separazione dello Stato olandese, ebbe invece una connotazione diversa, perché fu ispirato dal sentimento nazionale. L’unione tra Belgio e Olanda decisa al congresso di Vienna non aveva una base solida. Belgio e Olanda erano diversi in tutto. I belgi si sentivano estranei allo Stato, che consideravano patrimonio degli olandesi. Nell’agosto del1830, i belgi insorsero contro il governo di Guglielmo I di Orange-Nassau e ottennero l’indipendenza. Nel 1831 nacque un nuovo stato, il regno del Belgio, che ebbe come primo sovrano Leopoldo I di Sassonia-Coburgo , il quale instaurò un regime costituzionale.


Una connotazione generale ebbe anche la rivoluzione polacca. Col congresso di Vienna la Polonia era stata inglobata nell’Impero russo. Il paese avrebbe dovuto conservare una certa autonomia, ma lo zar aveva adottato una politica accentratrice che aveva suscitato tra i polacchi un forte malcontento. Nel Novembre del 1830 Varsavia insorse e si formò un governo nazionale polacco. I russi reagirono con grande decisione inviando un esercito che dopo un anno riuscì ad avere la meglio. Anche in Italia si verificò un tentativo rivoluzionario, promosso da un imprenditore di Carpi, Ciro Menotti, che propugnava la fondazione di un regno unitario indipendente con capitale a Roma. Esso si era accordato con Enrico Misley, che aveva stretto rapporti con il duca di Modena e Reggio Francesco IV. Questi sembrava disposto ad appoggiare un moto liberale ma, quando i congiurati furono sul posto di passare all’azione, li fece arrestare. La rivoluzione scoppiò ugualmente nel febbraio 1831 e a Bologna, nelle Marche e in Umbria si formarono governi locali. Il governo austriaco, però intervenne: i rivoluzionari vennero sconfitti e Menotti fu ucciso.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email