Est e Ovest nemici(1945 - 1956)


••• Dalla nascita dell’ONU alla “Dottrina Truman”
•• America e Russia sono le più grandi potenze mondiali, ma opposte per ideologie: il conflitto è vicino. Da una parte, l’America è capitalistica e liberal-democratica, dall’altra la Russia è comunista. Anche l’Europa si divide in due secondo queste due ideologie: l’Occidente fedele all’America e l’Oriente fedele alla Russia. È la Guerra fredda, un conflitto tra ideologie. Nasce l’Onu (1945) che ancora oggi promuove il progresso economico e sociale dei popoli e la cooperazione diplomatica e pacifica tra governi. Il presidente americano Truman respinge le aggressioni contro la pace e la libertà aiutando economicamente i Paesi a metà tra ideologia occidentale e orientale, come Turchia e Grecia (è la “Dottrina Truman”).

••• La forte contrapposizione tra Stati Uniti e Unione Sovietica

•• Truman appoggia il Piano Marshall (1948) che aiuta i Paesi europei più in difficoltà. In Europa nasce l’Oece (1948) che gestisce quegli aiuti economici in arrivo dall’America con la Dottrina Truman: si voleva consolidare il capitalismo. La Russia, per impedire ciò, crea il Kominform (1947) per rafforzare i partiti comunisti “fratelli” e il Comecon (1949) per favorire integrazione e scambi commerciali tra Paesi membri. Il Paese più in frizione tra USA e Russia è la Germania, che nel 1949 è stata divisa in due Stati: la Repubblica federale tedesca, di stampo liberal-parlamentare e la Repubblica democratica tedesca di stampo sovietico. Le democrazie d’Occidente firmano il Patto Atlantico (1949) e formano la Nato (1951) che ne rappresenta la struttura militare. La Russia risponde con il Patto di Varsavia (1955), unendo di fatto tutti gli Stati-satellite di stampo comunista.

••• Stati Uniti ed Europa occidentale
•• In America si genera un odio verso i comunisti (maccartismo). Ci si avvia comunque all’integrazione razziale tra bianchi e neri. La Repubblica federale tedesca conosce un periodo di rapida ricostruzione ed espansione economica. L’Inghilterra interviene con il Welfare State, lo “Stato del benessere”, ma solo misure di austerità e il Piano Marshall salvano l’Inghilterra. In Francia nel 1958 nasce la Quinta repubblica guidata da De Gaulle.

••• Unione Sovietica ed Europa orientale
•• La Russia diventa sempre più una dittatura. Nascono le democrazie popolari comuniste in cui si collettivizza l’agricoltura e si nazionalizza l’industria.

••• Guerra di Corea e rinascita del Giappone
•• Il conflitto tra capitalismo e comunismo non diventa guerra vera solo per la paura della bomba atomica: è l’equilibrio “del terrore”. La Corea viene divisa in due (1945): a Nord c’è il comunismo e a sud c’è il nazionalismo. Nel 1950 il Nord attacca il Sud per unificare la Corea. L’armistizio c’è nel 1953. Dopo la Seconda guerra mondiale il Giappone è uscito sconfitto e viene occupato dall’America (fino al 1949): il trattato di pace si firma nel 1951 e nel 1956 il Giappone entra nell’Onu. Siccome in Cina vince il comunismo, il Giappone decide di allearsi con l’America diventando una grande potenza mondiale.

••• Kruscev e la rivolta d’Ungheria
•• Dopo la morte di Stalin (1953) sale al potere Kruscev, segretario del Partito comunista dell’Unione sovietica (Pcus). Questo rende possibile il dialogo con l’Occidente. Comincia un processo di “destalinizzazione” rendendo più prospero il Pcus e l’intera popolazione russa. Anche gli Stati-satellite di Berlino-est, Polonia e Ungheria si rivoltano contro il comunismo. L’ordine viene ristabilito dall’Armata rossa con migliaia di morti. L’America temendo lo scontro con la Russia non soccorre gli Stati: è il periodo della “coesistenza pacifica”.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email