Germania Federale

Anche in Germania dopo la seconda guerra mondiale, risulta ovviamente più drammatica la discontinuità con il passato vissuto dallo Stato stesso. Il paese nel 1949 viene diviso in due Stati distinti, uno comunista a est e uno democratico a ovest, la Repubblica Federale Tedesca (Rft). Il ruolo strategico che la Rft gioca nel quadro della contrapposizione tra blocco occidentale e blocco comunista fa sì che quello Stato possa avviarsi piuttosto rapidamente verso la ricostruzione dei suoi apparati produttivi. Da questo punto di vista è essenziale la decisione statunitense di non chiedere le riparazioni di guerra alla Germania occidentale, peraltro economicamente e socialmente in ginocchio, e di includerla tra i paesi che possono fruire del piano Marshall: si tratta di due premesse essenziali del notevole sviluppo economico che avrà luogo negli anni seguenti.

Inoltre nel 1949 è un Assemblea Costituente a redigere la costituzione della Repubblica Federale Tedesca; le elezioni per il parlamento, che si tengono in quello stesso anno, premiano soprattutto i partiti cristiano-democratici (Unione cristiano-democratica e Unione cristiano-sociale). La presidenza del Consiglio è lungamente tenuta da Konrad Adenauer (1949-1963), autorevole dirigente dell'Unione cristiano-democratica e che normalmente guida coalizioni che includono anche il piccolo Partito liberale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email