Ilaaa96 di Ilaaa96
Ominide 787 punti

La Francia della quinta Repubblica: negli anni ’50 la Francia deve affrontare la dissoluzione del suo impero. Il Vietnam (che abbiamo già visto) è il primo colpo, il secondo lo subisce in Algeria. L’Algeria è stata colonizzata dai francesi nell’800, si trova nell’altra sponda del Mediterraneo, rispetto alla Francia, quindi molti francesi (tra il 1850 e il 1950) sono emigrati in Algeria, dove la popolazione francese diventa più di mezzo milione. L’Algeria, nel momento in cui gli algerini chiedono la loro indipendenza si scontrano con i francesi residenti in Algeria (che non vogliono l’indipendenza, perché vogliono rimanere francesi) . I francesi in Algeria venivano chiamati PIEDNOIR (=piedi neri) e si oppongono con tutte le forze. Chiedono quindi un pugno di ferro dall’amministrazione parigine che in tutti modi reprime i moti d’indipendenza algerino, organizzati dal FNL (fronte nazionale di liberazione), il partito di algerini che organizza e lotta l’indipendenza dall’Algeria. In questa lotta, un problema emblematico, è la battaglia di Algeri (1957). In questa battaglia i francesi utilizzano la legione straniera (?), e si ritrova un esercito contro la guerriglia, ovviamente si trova spiazzato, risponde con fucilazioni, torture. Questo getta molto discredito sulla Francia. Gli amministratori francesi, ad un certo punto devono accettare la sconfitta da parte dei moti per l’indipendenza dell’Algeria. I piednoir ,a questo punto, organizzano addirittura degli eventi terroristici che colpisco sia gli algerini e gli esponenti del governo francese disposti al compromesso. L’OAS (organizzazione armata segreta) terroristi che colpiscono gli esponenti del FNL e soldati, i politici francesi a favore dei compromessi dell’indipendenza. Tutto questo pasticcio crea una situazione di enorme tensione in Francia, alla fine degli anni’50, finché il vecchio generale Charles De Gaulle (eroe della seconda guerra mondiale, che si era ritirato a vita privata, torna in politica). Egli è un generale, innanzitutto un militare alle destre, che da quindi una soluzione di forza, per questo ottiene l’appoggio da parte delle destre e una modifica (?) della posizione dei piednoir. Però De Gaulle sa che la guerra è persa, perciò stipula gli accordi di Evian nel 1962, con cui riconosce l’indipendenza dell’Algeria. Contemporaneamente, però, costruisce una riforma dello stato francese, emana una nuova costituzione, nella quale sorge quella che viene chiamata la quinta Repubblica. La Francia quindi diventa una repubblica presidenziale (presidente eletto direttamente dal popolo), siamo all’inizio degli anni ’60.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità