Ominide 2630 punti

Nella Carta Atlantica del 1941 e nei principi dell’ONU era presente il principio di autodeterminazione dei popoli. Il dominio diretto in questo periodo è applicato diversamente dalle due potenze Francia e Inghilterra.
Quest’ultima sotto la spinta della rivolta dei colonizzati recede gradualmente dal suo potere cercando di mantenere un rapporto collaborativo con le colonie stesse. La Francia invece tende a resistere, mantenendo saldo il dominio ed elargendo più diritti ai popoli (in Algeria però repressione violenta).
Gli stati che si liberano dal dominio coloniale manterranno la lingua, alcune istituzioni e abitudini del paese colonizzante; in molti casi però queste istituzioni saranno più oppressive, non concedendo democrazie, in quanto non hanno mai conosciuto gli aspetti liberali.
Un fenomeno che si manifesta fin da subito in Africa e in seguito in Sudamerica è la corruzione, perché l’Occidente si impone ancora economicamente.

In India dal 1915 c’era stata una grande lotta per l’Indipendenza, culminata nella fondazione del Partito del Congresso, guidato da Mahatma Gandhi, il quale ricorreva a manifestazioni pacifiche non violente.
Gli inglesi tentano sia repressioni armate sia mediazioni politiche, fino a quando anche in Inghilterra iniziano a simpatizzare per Gandhi, concedendo nel 1935 una grande autonomia all’India.
Nella Seconda Guerra Mondiale moltissimi indiani combattono al fianco degli inglesi e nel 1941 il capo del Partito del Congresso, Nehru, ottiene l’indipendenza dall’Inghilterra, con lo status di Dominion (indipendenza di fatto ma non di diritto).
Nel 1947 viene sancita l’indipendenza dell’India, chiamata Unione Indiana.
Gandhi aveva sempre lottato sia per l’indipendenza indiana, sia contro il sistema delle caste chiuse: a seconda del mestiere si crea una rigida gerarchia sociale.
In India però le due componenti religiose maggiori sono gli induisti e la minoranza musulmana, questi ultimi volevano uno stato proprio, portando così numerosi scontri, sino alla creazione del Pakistan diviso in Orientale ed Occidentale.
Gli scontri sono tali che Gandhi viene ucciso nel 1948 e Nehru diventerà capo del governo fino al 1964.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email