sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Crollo dell’Impero Ottomano-

Dopo il trattato di Berlino del 1878, l’Impero Ottomano continua a subire attacchi e a perdere parti del proprio territorio.
Nel 1881 la Tunisia viene occupata dai Francesi; nel 1882 l’Egitto viene occupato dalle truppe britanniche.
Per recuperare la situazione, il sultano cerca di fare appello all’islam, per unificare le popolazioni; attuò dunque un tentativo d’islamizzazione politico-culturale dell’Impero.
La situazione dell’Impero, però, continua a peggiorare ed, accompagnata anche da una crisi economica, porta alla sua completa smembratura: la Bulgaria proclama la sua completa indipendenza (nasce il Regno di Bulgaria), Creta va alla Grecia e La Bosnia-Erzegovina all’Austria-Ungheria.

A ciò seguono due Guerre Balcaniche:

1. La Prima Guerra Balcanica scoppia dopo l’alleanza del 1912 tra Bulgaria, Serbia, Montenegro e Grecia per attaccare l’Impero Ottomano per spartire il territorio Macedone; si arriva all’indipendenza dell’Albania, ma la Bulgaria non è soddisfatta della spartizione della Macedonia;

2. Scoppia così la Seconda Guerra Balcanica, dove si scontrano da una parte Grecia, Serbia, Montenegro e Romania, dall’altra la Bulgaria; la guerra si conclude con la sconfitta bulgara e la spartizione della Macedonia tra Serbia e Grecia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email