• Code de commerce del 1807: in 4 libri dedicati al commercio via terra, via mare, al fallimento e alla giurisdizione commerciale, affidata ai Tribunali di commercio, composti di mercanti. Fonti influenti l’Ordonnance du commerce del 1673 (Scritto da un commerciante) e l’Ordonnance de la marine del 1681. Sarà adottato e mantenuto anche quando da noi arriveranno gli austriaci. Era un ottimo strumento, sostituito poi del modello tedesco e dalle influenze inglesi.
Ci sarà una grande distinzione tra commercio via terra e via mare. Per la parte sul fallimento ci saranno opinioni contrastanti al consiglio di stato. I tribunali di commercio erano proprio una caratteristica del regime napoleonico.
Il code de commerce ha come obiettivo la disciplina degli atti di commercio. Cambia il destinatario del code, nell'Ordonnance du commerce del 1673 si presupponeva l'appartenenza dei uno dei soggetti alla categoria dei mercanti, e in questo caso c'è una doppia procedura, rimane l'iscrizione nel registro dei mercanti, ma c'è il privilegio regio, il sovrano LUIGI 14 che apponeva il suo sigillo. Nel 1673 si applicava il diritto commerciale solo se uno dei due era mercante

Negli atti di commercio non conta l'iscrizione ma il carattere commerciale dell'atto che si deve disciplinare, disciplina che si applica a tutti gli scambi che hanno per oggetto determinati beni.
 
• Per la prima volta disciplinate le società per azioni, ignorate dall’Ordonnance du commerce del 1673.   Sul fallimento interviene personalmente Napoleone, imponendo l’arresto immediato del debitore in decozione (stato di insolvenza) ed il conseguente blocco dei beni, al fine di evitare la loro distrazione  e la conseguente bancarotta.
Sono disciplinate per la prima volta le società per azioni, si crea una disciplina delle società commerciali simili a quelle che sono l'odierna. Le società per azioni necessitavano di un'autorizzazione governativa. Il denaro della collettività era impiegato quindi erano sottoposte a controlli. Si discuteva se dovessero essere costituite liberamente o con l'autorizzazione governativa.
Per l'arresto immediato si scatena la polemica. C'erano casi di fallimenti disastrosi per l'economia parigina i quali avevano perso moltissimo capitale investito, e quindi si mantiene una linea rigidissima. Misura sulla quale si impone Napoleone e se ne aveva notizia dalla cronache giudiziarie.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email