Ominide 14590 punti

Le cause della rivoluzione industriale in Inghilterra


In Inghilterra tra la fine del Seicento e l’inizio dell’Ottocento, in concomitanza con un accrescimento della popolazione, si assiste a una profonda trasformazione della struttura fondiaria e della tecnica agricola, tale da assumere il nome di “rivoluzione agraria”. Due aspetti la caratterizzano: da un lato il fenomeno delle recinzioni, che trasformano in proprietà privata una grande quantità di terreni da sempre adibiti all’uso comune; dall’altro l’applicazione di nuove pratiche di rotazione delle semine, che rendono i terreni molto più produttivi.
Nell’Inghilterra del XVIII secolo avviene anche un’altra serie di complessi mutamenti che va sotto il nome di “rivoluzione industriale”, un processo storico che ha inizio proprio grazie alla spinta della rivoluzione agraria e che, per mezzo di piccole e grandi innovazioni tecnologiche, consente di passare da una produzione di tipo artigianale a un’altra di tipo meccanico. Fenomeno inizialmente riguardante la sola Inghilterra, in un secondo momento la rivoluzione industriale arriva a toccare gli altri paesi dell’Europa, provocando, nell’arco del secolo successivo, trasformazioni radicali nel sistema di produzione, nonché nella regolamentazione dei rapporti di lavoro e più in generale dell’intero assetto economico e sociale. É una rivoluzione che va intesa come un fenomeno di lungo periodo, sia nelle sue cause che nei suoi effetti, e contribuisce in maniera decisiva allo sviluppo generale dell’Europa nei secoli a venire. Dalla rivoluzione industriale hanno tratto origine molti fenomeni che caratterizzano il mondo nel quale viviamo.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Rivoluzione industriale - Cause