Ominide 142 punti

CAPITALISMO

Conseguenza negativa: sviluppo non equilibrato del territorio, le classi sociali non sono tutte uguali, chi ha un posto di lavoro può anche perderlo se l'industria fallisce.
Conseguenza positiva: alto tenore di vita
Il capitalismo si diffonde anche in Giappone e Stati Uniti. Nel 1812 viene scoperta la catena di montaggio da Ford che comporta la specializzazione degli operai e la catena dei massi. La competizione fra le diversi mondiali e la diffusione di dottrine nazionaliste favorì lo scoppio della Prima Guerra Mondiale. La fine della Prima Guerra Mondiale comportò la nascita di nuovi Stati Europei: Polonia, Lituania, Estonia, Cecoslovacchia, Ungheria, Jugoslavia. In alcuni Paesi europei si affermavano regimi tutelati: in Russia il Socialismo, in Italia il Fascismo, in Germania il Nazismo e in Spagna il Falangismo.

SOCIALISMO

Si può chiamare anche statale. Nasce nel 1917 con la Rivoluzione Russa e con la formazione dell'Unione Sovietica. Il sistema socialista prevede come unico imprenditore e venditore lo Stato.
Conseguenza positiva:
- sviluppo equilibrato del territorio;
- uguaglianza tra le classi sociali;
- chi ha un posto di lavoro è sicuro perché è statale;
Conseguenza negativa: basso sviluppo e tutto è pianificato.
Lo Stato investe sul settore secondario di base (metallurgia, siderurgia, chimica di base)
Nel novembre dell'89 crolla il socialismo che coincide con il crollo del Muro di Berlino, si scrive URSS ( Unione Sovietica) 15 repubbliche e si forma la CSI ( Comunità Stato Indipendente).

ECONOMIA ESTERA

E' il vantaggio che va all'imprenditore anche se non gli appartiene.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità