sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Blocco Sovietico-

Nel 1953 Stalin muore; Stalin viene celebrato con un grande condottiero, capace di sconfiggere da solo i nazisti.
Il sistema del terrore continua ad operare e consente ancora di controllare la società sovietica; ciò permette anche una rapida ricostruzione degli apparati industriali.
Viene sviluppata ulteriormente l'industria pesante e in particolare quella degli armamenti; nel 1949 gli scienziati sovietici effettuano il primo test atomico e nel 1953 mettono a punto la bomba a idrogeno (o ‘Bomba H’).

In questa situazione gli operai e i contadini sono costretti A livelli retributivi e a standard di consumo e di vita modestissimi.
I salari industriali sono in netta diminuzione.
Inoltre impianti industriali costruiti nel dopoguerra sono progettati in modo da risparmiare su tutti i fronti.
Rispetto agli operai contadini, I funzionari del Partito Comunista o dello Stato sovietico cordolo di esibizioni di favori che stanno facendo una classe sociale a parte, chiamata Nomenklatura.

Il potere dei membri della Nomenklatura assume caratteri dispoticamente clientelari: essi estorcono i produttori agricoli industriali dei tributi, caratteristica tipica dell'antico clientelismo, e in cambio offrono aiuti fornendo servizi che sono ufficialmente gratuiti, come l'assistenza sanitaria.

Nei paesi est europei, che sono sotto l'egemonia dell'Unione Sovietica, la situazione è la stessa.
La terra viene espropriata e ridistribuita ai singoli coltivatori; poi si procede alla costruzione di fattorie collettivizzate.
Le fabbriche vengono espropriate e gestite dallo Stato.
Gli obiettivi produttivi dei diversi paesi del blocco dell'Est sono individuati in modo da consentire la migliore integrazione possibile delle loro economie con le esigenze economiche dell’URSS.
Il coordinamento tra le varie economie è assicurato dal Consiglio di Mutua Assistenza Economica (Comecon) del 1949.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email