ng18 di ng18
Eliminato 153 punti

Bilancio della Seconda Guerra Mondiale

A causa dell'elevato numero di civili coinvolti la Seconda Guerra Mondiale è stata definita 'guerra totale'; è stato stimato che i morti in Europa furono 55 milioni e di questi per il 60% si trattava di civili. Il paese che registrò più vittime fu l'URSS in cui i morti furono circa 20 milioni fra militari e civili. Morirono 7 milioni di tedeschi, sia militari che civili; inoltre le vittime polacche furono 6 milioni. I soldati italiani che persero la vita furono 330 mila, mentre i civili 130 mila. In Giappone le vittime immediate a causa della bomba atomica furono 200 mila, le radiazioni causarono problemi di salute per decenni a causa della contaminazione (fallout nucleare). Gli Stati Uniti persero solo soldati: circa 220 mila. L'Europa era stata distrutta a causa dei bombardamenti. Il numero dei civili coinvolti fu molto alto per:

i bombardamenti a tappeto sulle città;
le persecuzioni e le stragi;
il genocidio e i campi di sterminio;
il coinvolgimento dei civili anche nelle guerre di liberazione partigiane.
La Seconda Guerra Mondiale segnò un punto di non ritorno dal punto di vista morale. Per processare i capi del nazismo prevalse il principio della responsabilità individuale, crimini di tale portata non potevano essere lasciati impuniti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità