Ominide 16919 punti

Il bilancio della guerra

Il bilancio della seconda guerra mondiale fu ancor più doloroso di quello della prima. Le perdite umane salirono a circa 55 milioni di morti, fra cui 45 milioni di Europei. Le distruzioni furono immense; mezzi di comunicazione, strade, ponti, ferrovie, case, officine, porti, erano stati polverizzati dai bombardamenti aerei. Le monete europee subirono tutte gravi inflazioni, la produzione agricola e industriale, danneggiata e diminuita, costrinse anche gli Stati vincitori a continuare il razionamento dei generi alimentari.sono alcuni paesi extra-europei, come gli Stati Uniti, il Canada, il Brasile, il Sud Africa, le Indie e l’Australia, ed alcune regioni orientali dell’U.R.S.S. (Siberia, Asia Centrale Sovietica) aprirono nuove fabbriche e cantieri ed accrebbero la loro produzione industriale. Sul piano politico aumentò il declino delle potenze europee e si affermarono gli Stati Uniti e la Russia, paesi intorno ai quali il mondo si divise in due grandi blocchi, negli Stati coloniali si svilupparono forti movimenti indipendentisti. Ma l’aspetto più doloroso della seconda guerra mondiale è presentato dal bilancio morale. Milioni di persone furono volontariamente e sistematicamente sterminate, si tornò ad usare la tortura, si dimenticarono il “diritto delle genti” e le convenzioni internazionali, le nazioni occupate conobbero la guerra civile tra i “collaborazionisti” che avevano abbracciato la causa dei Tedeschi ed i combattenti per la libertà, popolazioni civili ed inermi furono massacrate per “rappresaglia”. Questo fu forse il peggiore momento di belluinità nella storia dell’uomo. Non si vorrebbe ricordare questo tristissimo bilancio morale, ma è necessario richiamarlo, non già per suscitare sentimenti di vendetta che altro non farebbero che aggravarlo ulteriormente, ma per destare, con la pietà e la riprovazione, la volontà più ferma di non ledere mai i fondamentali diritti di ogni persona umana.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email