Agricoltura

Prima metà del XIX era ancora arretrata.
Proprietà, l'antico ceto nobiliare aveva il predominio.
La proprietà borghese a spese ridotte della proprietà ecclesiastica
La piccola borghesia contadina aveva un ruolo marginale.
Mancava in questo insieme del territorio il ceto di imprenditori agricoli.
Solo in alcune aree della Valpadana venivano introdotti i moderni metodi di irrigazione è un adeguato impiego di capitale.
Esisteva ancora la Mezzadria, i prodotti dei campi sono egualmente divisi tra padrone e contadino ( Italia centrale, colline della Lombardia, Veneto e Emilia)
Non si investiva nella terra per rinnovare modi di produzione, ma solo un maggiore sfruttamento del suolo, e si preferiva l'aumentata fatica contadina che non l'impiego di nuove risorse.

Sviluppo demografico: mancanza di iniziativa da parte del ceto proprietario, assenteismo. C'era anche ignoranza della maggiore disponibilità di manodopera per lo sviluppo demografico, che gravava sulle risorse della terra. E da qui nasce la questione contadina, per le condizioni e la sorte dei lavoratori della terra.

C'era ristagno delle campagne, e gli effetti generali confluivano nel ristagno economico, perché non c'erano stimoli ed incentivi finanziari
Nella vita civile: decadenza della città, pigrizia dei proprietari terrieri e si dava più importanza per i residenti della città, e questo era segno che i centri urbani in sonnolenta quiete vivevano nelle sedi di uffici amministrativi , dimore eleganti, vivaci attività artigiane, ma vuote di pensiero e di vita morale.

Quadro politico: persistente chiusura per l'inerzia della politica che dava solo un ricambio nelle figure dei sovrani:
(1831-1849) Carlo Alberto re di Sardegna
(1831-1846) Gregorio XVI papà
(1830-1859) Ferdinando II regno delle due Sicilia.

Tra il 1830-1848 si instaurarono le basi per la nascita del risorgimento, attraverso le attività clandestine è un nuovo impegno della cultura che scaturivano in programmi di azione, in risposta alle questioni nazionali, ai sentimenti di libertà e di indipendenza.

Soluzioni:
1) democratica di tipo unitario> Giuseppe Mazzini
2) democratica di tipo federalista> Carlo Cattaneo (ambiente lombardo)
3) moderate> intellettuali piemontesi

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email