Ominide 2630 punti

Nel 1968 in Italia iniziano a Roma le contestazioni universitarie al sistema. Nel 1969 si avrà l’apice della contestazione e il coinvolgimento di studenti delle superiori e di operai, si avrà quindi l’Autunno Caldo. Queste contestazioni erano legate soprattutto a motivazioni economiche: i salari erano più bassi rispetto a quelli europei, le tutele economico-giudiziarie erano minime o inesistenti e le condizioni lavorative erano alienanti (catena di montaggio). Gli studenti contestano quindi il formalismo e il tradizionalismo che sta diventando di massa. A seguito dell’Autunno Caldo vi sono grandi riforme nella scuola e nel lavoro.
L’espressione delle manifestazioni studentesche diventa politica quando una piccola parte del Partito Comunista si stacca e fonda un giornale, il Manifesto, la prima voce della protesta. A seguito di questo si formano altri movimenti di contestazione: Lotta Continua, Potere Operaio e Avanguardia Operaia.

La reazione allo spostamento ad estrema sinistra provoca l’eguale reazione contraria con la formazione di gruppi neofascisti che si collegano a componenti dello stato, che, da questo momento (1969), attraverso la paura, Strategia della Tensione, si crea una situazione di panico per indurre le persone a volere l’ordine.

Il 12 dicembre 1969 in Piazza Fontana esplode una bomba alla Banca dell’Agricoltura: vengono accusati due anarchici, Valpreda e Pinelli (quest’ultimo viene defenestrato). Valpreda verrà giudicato in seguito innocente.
La strage verrà imputata alla destra.
I movimenti studenteschi di sinistra ottengono la liberalizzazione degli accessi all’università. Vengono poi attuati ordinamenti regionali, in maniera tale da ottenere maggiore autonomia alle regioni, e viene approvato lo statuto dei lavoratori che previene dal licenziamento indebito e dà altri diritti.
Nel 1971 Giovanni Leone viene eletto presidente della Repubblica e nel 1972 si manifestano elementi di terrorismo da sinistra e l’editore di Feltrinelli viene trovato morto con una bomba sotto un traliccio dell’alta tensione.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email