1919-29: Boom dei consumi in America

Tra il 1919 e il 1929 il Pil degli Stati Uniti cresce del 40%. I dividendi crescono anche più rapidamente (in media del +108%), ma anche i salari operai registrano un incremento notevole (+33%, in termini reali, cioè al netto dell'inflazione, +26% che è comunque un aumento consistente).
La maggiore disponibilità di risorse permette anche alle famiglie operaie di accedere ai beni di consumo offerti sul mercato. In questo decennio le automobili private passano da 8 a 23 milioni. Il 40% delle famiglie americane acquista apparecchi radio. Sul finire degli anni '20 gli spettatori al cinema si contano in milioni (110-115 milioni su una popolazione di 120 milioni). L'orientamento al consumo più che al risparmio è incoraggiato anche dalla diffusione della tecnica della vendita a rate. Nel 1925 i consumatori comprano ratealmente i due terzi del mobilio e delle cucine a gas e i tre quarti delle automobili, dei pianoforti, delle lavatrici, delle macchine per cucire, dei frigoriferi, dei fonografi, degli aspirapolvere e delle radio che sono stati immessi sul mercato. Questo mostra come cambi anche la gamma di beni acquistabili: infatti i nuovi "elettrodomestici" cominciano a spopolare, il loro acquisto conferisce uno status di rispettabile agiatezza e di eccitante modernità. La prosperità tocca soprattutto la popolazione bianca e wasp. La sua identità è consolidata da una politica che riprende aspetti già propri dell'America dei tempi delle riforme. Tra il 1921 e il 1924 nuove leggi che limitano i flussi migratori in entrata, sbarrando soprattutto gli accesi a individui che vengono dai paesi dell'Europa meridionale, sentiti come persone irriducibilmente diverse dal buon cittadino wasp. Le aggressioni e le discriminazioni a danno dei neri sono storia quotidiana e sono attivamente incoraggiate dal Ku Klux Klan, l'associazione segreta razzista nata nel 1866 e rifondata nel 1915. Il successo dell'associazione è certamente notevole e sembra che in questo periodo abbia reclutato il sostegno di alcuni milioni di bianchi americani. I neri sono nel centro del mirino dei macabri rituali dell'associazione ma anche gli ispanici, gli migrati recenti o gli ebrei sono di tanto in tanto oggetto di aggressioni verbali e fisiche.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email