Germania: echi della rivolta, accoglimento delle richieste di abolizione residui feudali, sostituiti i governi, accettati i programmi di costituzione.

- L'insurrezione e le riforme in Prussia:
15.3 Federico Guglielmo IV reagì con prudenza, accetto che una apposita dieta preparasse una costituzione e accettò il suffragio universale per l'elezione della dieta e mostrò di non rifiutare una candidatura popolare perché egli assumesse la guida del movimento popolare, guadagno tempo e raccolse attorno a se un forte partito di corte.
Novembre: ritenne di essere forte, richiama le truppe e poi si allontanò e sciolse l'assemblea costituente.
Dicembre: concesse di sua volontà una costituzione
Maggiore libertà per i sudditi
Potere legislativo autonomo in due camere (alta: membri per diritto ereditario o nomina regia - bassa: membri eletti)
La successiva legge elettorale dove comunque venne riconosciuto il suffragio universale divideva votanti in tre classi, faceva se il voto del ceto abbiente più forte.

L'autorità del sovrano e dei ceti privilegiati venne conservata e riuscirà a durare ancora a lungo, la costituzione prussiana dal 1848 al 1918

Il Parlamento di Francoforte: da maggio 1848 a giugno 1849 (fu una manifestazione dell'opinione pubblica più che una forza politica).
Si riunì l'assemblea composta dai rappresentanti di tutti gli stati tedeschi e intendeva stabilire i confini di una Germania unita e preparasse la costituzione.
Due le possibili soluzioni: 1) Kleindeutsch (piccolo-tedesca) : Prussia e altri stati minori
2) Grassdeutsch (grande-tedesca) province austriache dove presente almeno una popolazione tedesca.
Di fatto il Parlamento non godette né del favore della Prussia né dell'Austria.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità