Concy_x di Concy_x
Ominide 611 punti

Andrea Vaccaro (1604-1670), fu un pittore del barocco napoletano nato e morto a Napoli dove fu anche attivo. Nelle sue opere, il Vaccaro si ispira al naturalismo di Caravaggio interpretandolo in chiave classicistica. Assimila diverse scuole di pittura e le principali caratteristiche delle sue opere sono la regolarità delle forme, l'uso di tonalità di colore chiare che sfumano nel fondo e l'assenza quasi totale di espressioni e atteggiamenti violenti nelle figure dipinte. Vaccaro lavorò principalmente su commissione ecclesiastica: il suo modo di dipingere santi e martiri in atteggiamenti di particolare devozione e particolare espressività lo rese infatti uno degli artisti più celebri e più richiesti dalla Chiesa durante il periodo della Controriforma. La sua opera presente all'interno di questo museo è il Compianto sul Cristo morto, inizialmente conservata all'interno del Palazzo Arcivescovile di Napoli. Su uno sfondo scuro tipico della pittura caravaggesca si stagliano quattro personaggi: il Cristo, la Vergine, la Maddalena e il San Giovanni, tutti personaggi tipici dell'iconografia del compianto sul corpo del Cristo. In primo piano troviamo il corpo inerme del Cristo coperto solo da un perizoma e completamente in luce per quanto riguarda il busto e completamente in ombra per quanto riguarda il volto e le gambe grazie ad una luce tipica della pittura caravaggesca. Il Cristo poggia con un braccio sul ginocchio della Vergine che alza gli occhi al cielo e spalanca le braccia. Ai piedi del Cristo la Maddalena china con i suoi tipici capelli lunghi. Al centro tra la Vergine e la Maddalena dietro al corpo del Cristo, il San Giovanni con un acceso panneggio rosso. A sinistra, un ignota figura nell'oscurità: forse la morte appena sopraggiunta.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email