cefine di cefine
Ominide 1032 punti

Didone costruisce Cartagine


In Didone costruisce Cartagine, dipinto realizzato nell'anno 1815. si coglie con molta facilità l’intento di Turner di trovare un tema di stampo storico (in realtà si ispira ad un tema che ricorre nell'Eneide di Virgilio) che accompagnasse un paesaggio che, come si può intuire, è il vero protagonista dell’opera.
Traendo ispirazione da Lorrain per quanto riguarda i raffinati giochi luministici, egli realizza un paesaggio di stampo classicista, ma nel complesso molto impreciso. A prevalere è la dimensione evocativa, allusiva dell'opera.

Questo accade perché, come molti artisti appartenenti alla corrente pittorica del romanticismo sostengono, la sensazione ha il dovere di prevalere su ogni aspetto razionale. Al centro vi è una luce solare che illumina la scena e inizia a diradare la foschia (aspetto che sottolinea la dimensione evocativa in cui si può collocare il dipinto). D’altra parte però lo spettatore deve sentirsi spinto ad interrogarsi in merito a ciò che sta osservando (potere allusivo) e non deve semplicemente lasciarsi scivolare liberamente le sensazioni addossa.
A proposito del paesaggio dobbiamo ricordare che nell’ anno 1812, in piena età napoleonica, Turner si reca in gita in Svizzera dove ha la possibilità di entrare in contatto con l’ambiente montuoso ed, in particolare, con le Alpi (secondo un interesse in voga al tempo, vedi Hegel).
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email