cefine di cefine
Ominide 1032 punti

Pala Pesaro


Pochi anni dopo la Pala dell'Assunta, Tiziano realizza per la stessa chiesa, la cosiddetta Pala Pesaro. L'impostazione è quella di una sacra conversazione ma con l'aggiunta dei committenti che si rivolgono in preghiera alla Madonna e sono appunto gli esponenti della famiglia Pesaro, che era molto potente.
Due enormi colonne si slanciano dal basso alla sommità del dipinto, sviluppandosi oltre i limiti della cornice.

Tiziano realizza il POlittico Averololai per una chiesa bresciana, che è l’attuale collocazione dell’opera. Ciò è decisamente raro. La creazione del polittico,ovvero una tipologia di pala d’altare a scomparti, è piuttosto antiquata e fu sicuramente una richiesta esplicita del committente, che Tiziano risolse conferendo una straordinaria unità ai cinque pannelli.

A Brescia esiste infatti ancora un forte legame con la tradizione. Tiziano è innovativo nelle varie scene e risulta evidente il tentativo di misurarsi con l’opera di Michelangelo, anche se non è chiaro come i due siano entrarti in contatto.Resta il fatto che in questo momento storico il confronto con Michelangelo è inevitabile:Tiziano però non si limita a copiare l’artista, ma lo adatta alle specifiche esigenze della sua opera.
Il centro del dipinto è la raffigurazione di Cristo risorto, che si richiama Laocoonte, di cui Tiziano possedeva un modello.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email