Ominide 2984 punti

Giovan Battista Tiepolo - Rachele che nasconde gli idoli

Nell’affresco Rachele che nasconde gli idoli, Giovan Battista Tiepolo raffigura la storia narrata dal libro biblico della Genesi: Labano raggiunge sua figlia Rachele, fuggita insieme al marito Giacobbe sottraendo al padre gli idoli pagani, che adesso ella nasconde ponendovisi sopra. La composizione è basata sulla forma genericamente piramidale delle figure centrali, suggerita dalla cornice, dal tendone sulla destra e dalla convergenza verso l’alto degli alberi. Ma non è una forma geometricamente fissa, immutabile, rigorosa; tutto è invece in movimento: i protagonisti in conversazione, come i comprimari che si voltano o che parlano fra loro, e come gli animali ( il cane che spunta a destra accanto al bambino, i cammelli sul fondo, il bue, condotto da un pastore, a sinistra). Anche i colori sono studiati secondo un calcolo di moto progressivo che conduce dalla zona relativamente scura di destra ( il verdone della tenda, ravvivato dalle vesti della donna in piedi con l’anfora) alla chiarezza, quasi alla trasparenza, del gruppo pastorale a sinistra e del panorama retrostante, uno dei più mirabili sfondi scenici tiepoleschi. In questo mondo di luci e di colori il pittore trova il suo rifugio, reagendo, nel solo modo che gli è concesso, alla crisi della sua epoca.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove