blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Reni, Guido - Atalanta e Ippomene scaricato 10 volte

Atlanta e Ippomene

L'ideale di perfezione classica che caratterizza la pittura di Reni si trova in molte sue opere, come Atlanta e Ippomene, opera di tema mitologico della prima metà degli anni venti del Seicento. Secondo il mito, la ninfa Atlanta, cacciatrice formidabile come la dea Artemide, aveva fatto voto di castità: per questo era solita sfidare i pretendenti alla sua mano in una gara di corsa nella quale sapeva di essere imbattibile. Chi l'avesse vinta, l'avrebbe avuta in sposa, chi avesse perso sarebbe stato punito con la morte. L'astuto Ippomene riuscì a batterla gettando a terra tre mele d'oro avute da Venere: la ninfa si fermò a raccoglierle e perse la gara. Anche in questo caso la composizione presenta una riconoscibile struttura a diagonali che suggerisce il movimento divergente dei personaggi. L'opera comunica un'altissima tensione dinamica che nasce dalla contrapposizione delle figure dei due protagonisti, dall'utilizzo di una luce proveniente da sinistra che illumina con grande enfasi i personaggi e dalla geometrizzazione quasi astratta dei loro corpi. Anche la gamma cromatica è ridotta al minimo: l'unica note di colore è infatti rappresentata dai due drappi svolazzanti, che contribuiscono a suggerire l'idea della corsa.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email