Ominide 4553 punti

Descrizione del palazzo Vermexio di Siracusa


Il Palazzo del Senato, sede del Municipio, occupa l'angolo nord-est di piazza Duomo, in un'area di grande importanza fin dall'età greca: parti delle fondazioni ricadono sui resti di un tempio ionico della fine del VI secolo a.c. Esso fu commissionato nel 1629 dal senato della città all'architetto siracusano di origine spagnola Giovanni Vermexio, fatto da cui il palazzo prende il nome. L’edificio, dalla pianta quadrata, presenta caratteristiche architettoniche particolari dovute alla progettazione del Vermexio, il quale riuscì a fondere la nobiltà delle civiltà passate con lo sfarzo spagnolo, come risulta evidente nei timpani dei balconi, nelle cornici spezzate e sporgenti e nei capitelli ornati di conchiglie. Secondo il progetto originario dell’architetto, le nicchie vuote avrebbero dovuto ospitare statue marmoree dei re di Spagna, ma alla fine venne portata a termine solo la grande aquila a due teste coronate, simbolo dell'impero spagnolo che sovrasta il balcone centrale. Dopo il 1850 la struttura originale del palazzo è stata modificata per ampliare il piano attico affinché ospitasse gli uffici del comune. Nel 1740 il palazzo fu adibito anche come teatro, ma nel 1880 esso smise di esercitare tale funzione.
Il primo piano del palazzo presenta diversi elementi classici, come ad esempio le grandi finestre, i triglifi e le metope. Questi elementi sono accostati ad accenni barocchi, come ad esempio le mensole delle finestre. La balconata apre infatti il piano superiore in stile barocco, che avrebbe dovuto ospitare le statue dei re di Spagna, mai realizzate. La struttura termina con una sontuosissima decorazione con festoni che corrono tra i capitelli e un cornicione molto sporgente.
Vermexio, chiamato il lucertolone forse in riferimento al suo aspetto fisico o semplicemente perché il nome Vermexio in spagnolo significa "vermicello", era solito firmare le proprie opere scolpendo, in angoli più o meno in vista, una lucertola. Questa usanza è evidente nel Palazzo Vermexio, che è stato autografato dall'artista nell'angolo sinistro (fra due stipiti) del cornicione del prospetto principale.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email