blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Moretto, Alessandro - Pala Rovelli scaricato 0 volte

Pala Rovelli

Il linguaggio di Alessandro Moretto presenta una connotazione devozionale motivata dall'ortodossa osservanza della precettistica religiosa, ma anche da un realismo che per molti aspetti precorre gli sviluppi caravaggeschi. Queste caratteristiche sono osservabile nella Pala Rovelli, eseguita per la chiesa di Santa Maria dei miracoli a Brescia, in cui san Nicola di Bari presenta alla Vergine assisa in trono i piccoli allievi del grammatico Galeazzo Rovelli. Il taglio laterale del dipinto deriva dalla Pala Pesaro di Tiziano, così come il cromatismo delle vesti del santo e della Madonna; anche la possente struttura architettonica della composizione ha radici veneziane e lottesche; inediti e del tutto personali sono invece i colori perlacei e freddi, il rapporto affettuoso tra i personaggi, che pure nulla sacrifica alla dignità dei ruoli, e l'uso disinvolto di elementi simbolici, quali gli attributi del santo vescovo (le tre palle d'oro e la mitra) tenuti in mano dai bambini, uno dei quali guarda verso lo spettatore per coinvolgerlo. Le pale di Moretto divennero prototipi per la sacra imago (immagine sacra) richiesta dal clima austero della Riforma cattolica bergamasca, che avrebbe prediletto immagini moralmente severe ed essenziali, pulite dai dettagli superflui ma al tempo stesso caratterizzate da uno spiccato tono drammatico e patetico.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017