Ominide 3880 punti

Michelangelo

Michelangelo è un artista molto sensibile che affresca la cappella sistina su commissione. Egli esce dalla crisi della controriforma,quindi il periodo dello scontro tra cattolici e protestanti. Martin Lutero mise in luce lo scandalo della vendita delle indulgenze e sostenne che la chiesa è un elemento inutile. Durante il Concilio di Trento si invita di usare l'arte come mezzo di persuasione per intimorire il fedele. Michelangelo quindi viene convocato per affrescare il Giudizio Universale. In cui Dio è al centro di un vortice di anime,giù c'è Caronte con la barca e sopra vi sono le anime che vanno verso Dio. Il dio è giudicatore e ai suoi piedi c'è la Madonna che implora di non essere crudele. Egli esce da una crisi mistica e questo affresco lo rappresenta proprio quando esce da questa sua crisi.
La pietà è un enorme masso di pietra di forma piramidale. Scolpisce col martello e con lo scalpello. La Madonna è anacronistica,poichè è troppo giovane dato che Gesù a 33 anni. Questa è l'idealizzazione delle divinità,non è più una rappresentazione della realtà come lo era con il David di Donatello, mentre Michelangelo è un po' idealista.

Correggio

La Badessa aveva di desiderio di collegare il soffitto con l'esterno,dare un senso d'aria. La struttura era formata da tanti costoloni dipinti come se fossero delle canne di bambù,le vele sono una serie di tralicci lungo le quali fa camminare un edere ed ogni tanto c'è un opulo dal quale si affaccia un puttino. Le lunette non sono scolpite ma dipinte,quindi viene applicato il tromp d'oeil e si trovano al margine del traliccio.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email