blakman di blakman
VIP 9176 punti

Masolino da Panicale - Le Storie di san Giovanni Battista

Masolino da Panicale rappresenta una generazione di pittori che, formatosi nel Gotico internazionale, iniziarono ad aprirsi alle prime novità rinascimentali, ma che non riuscirono mai ad abbandonare gli ideali cortesi. Una mediazione fra gusto cortese e novità rinascimentali è visibile negli affreschi nel Battistero di Castiglione Olona (Varese), eseguiti nel 1435 circa per il cardinale Branda da Castiglione, proprietario del feudo, e che raffigurano le Storie di San Giovanni Battista. In paesaggi naturali sono rappresentati più eventi insieme, come si vede nel banchetto di Erode: a sinistra, in una loggia classicheggiante, Salomè richiede a Erode la desta del Battista come ricompensa della propria danza; a destra, sotto un portico rinascimentale, lei stessa la offre alla madre Erodiade; in alto, sulle montagne. la sepoltura del santo. Masolino unisce l’eleganza, il linearismo sinuoso, la luce perlacea, i colori delicati e le forme allungate, tipici del Gotico, al tentativo di raggiungere la profondità spaziale e la resa prospettica su base matematica, conquiste rinascimentali. Ma le architetture sono scorciate secondo due diversi punti di vista, il porticato si perde quasi all’infinito, generando uno spazio irreale: il risultato è un compromesso disomogeneo ma estremamente poetico, che ricerca la piacevolezza anche nelle scene drammatiche e testimonia malinconicamente l’età perduta.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità