blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Caravaggio - Decollazione di san Giovanni Battista scaricato 12 volte

La Decollazione di san Giovanni Battista - Caravaggio


Nel 1608 Caravaggio eseguì la Decollazione di san Giovanni Battista. Nella tela è raffigurato il celebre episodio narrato dai Vangeli di Matteo e Marco: il re Erode fa uccidere Giovanni Battista per compiacere la bella Salomè, che ne ha chiesto in dono la testa. Nell’iconografia tradizionale in genere rappresentano il capo già mozzato di Giovanni offerto alla donna su un vassoio, mentre rara è la raffigurazione dell’evento cruento della decollazione. Caravaggio decise invece di proporre proprio il momento più drammatico e più carico di pathos. La scena si svolge all’esterno e ha per sfondo un edificio, forse identificabile con la prigione in cui era stato incarcerato il santo, da una delle cui finestre due uomini assistono incuriositi. Un nerboruto carnefice, il torace scoperto, mette mano al pugnale, con cui sta per recidere dal collo la testa del martire già ferito, come mostra il fiotto di sangue che sprizza dal suo capo, afferrato con violenza per i capelli dal boia. Un’ancella, o forse la stessa Salomè, si china porgendo il bacile destinato ad accogliere la testa mozzata. Una vecchia si porta la mani al volto inorridita; accanto a lei un uomo barbuto indica il vassoio. La composizione del gruppo presenta una struttura piramidale: l’ancella che sorregge il bacile è piegata per controbilanciare l’atletica figura del carnefice. Il sangue che fuoriesce dalla ferita del Battista traccia sul terreno la firma del pittore che decise di siglare la tela con questo macabro espediente.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze