blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Masaccio - Tributo (2) scaricato 10 volte

Il Tributo

Il Tributo illustra un episodio narrato nel Vangelo di Matteo: a Gesù e agli apostoli fu chiesto di da un gabelliere romano di pagare un tributo per accedere al tempio di Cafarnao; Gesù mandò sulla riva del lago di Tiberiade Pietro, che trovò nella bocca di un pesce l'obolo da versare e lo consegnò al gabelliere. Il tema non era molto frequente nell'arte ma è forse giustificabile in rifermento al dibattito sull'istituzione della tassa del catasto proprio in quell'anno a Firenze. In un unico spazio sono rappresentati tre momenti della vicenda. La contemporanietà delle scene non è stata d'ostacolo a Masaccio nel creare uno spazio reale unificato da una prospettiva unica: il gruppo centrale è disposto in cerchio e scorciato in modo da suggerire la profondità; il paesaggio straordinario è una visione di fine inverno di monti brinati sotto un cielo percorso da nubi, dipinta con colori luminosi che dimostrano una nuova concezione della luce. La luce è infatti un altro elemento unificante: i chiaroscuri sono impostati secondo una fonte di luce proveniente da destra. L'atmosfera è austera e solenne, i gesti misurati ma perfettamente calibrati in modo da collegare le scene. I volti dei personaggi sono un catalogo dell'umanità masaccesca, cosciente della propria dignità, caratterizzata da una bellezza morale piuttosto che estetica, sobria ma intensa.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email