blakman di blakman
VIP 9176 punti

Andrea Mantegna - Il Parnaso

L'iconografia, ispirata alla filosofia neoplatonica e dai miti classici, rappresenta la vittoria dell'amore sacro su quello profano e delle virtù sul vizio. Mantegna realizzò un dipinto, Marte e Venere, detto Il Parnaso, che allude al matrimonio di Isabella d'Este con Francesco Gonzaga. In questa tela il classicismo di Mantegna raggiunge il vertice della sua maturazione: forme equilibrate ed eleganti sono abbinate a un significato estremamente colto e raffinato, entro composizioni dinamiche caratterizzate da colori più morbidi e armonici. Venere (in alto al centro) ha il volto di Isabella d'Este, celebrata mecenate, e con l'amante Marte davanti a un letto con i colori dei Gonzaga protegge la fioritura delle arti, simboleggiate dalle nove Muse che danzano al suono della cetra di Apollo; alle arti sovrintende anche Mercurio, dio della ragione, dell'eloquenza e della poesia, che con il cavallo alato Pegaso rappresenta il pianeta e la costellazione sotto cui si sono celebrate le nozze. Accanto a Venere e Marte è Anteros, l'amore divino e virtuoso che, privato delle sue frecce, cerca di colpire con una cerbottana il geloso Vulcano nella grotta, legittimo sposo di Venere e simbolo dell'amore terreno e passionale.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze