Il manierismo in arte

Il vocabolo "Manierismo" si definisce ad un linguaggio negativo di Giorgio Vasari. Giorgio Vasari vede gli artisti successivi a Michelangelo come copiatori degli artisti precedenti. Vasari coniò cosi il termine 'alla maniera di'
il manierismo era considerato un movimento negativo, ma venne rivalutato nel ventesimo secolo.
Il manierismo inizia con la crisi dei classicismo con Michelangelo, in pittura, scultura e architettura. I manieristi compivano una grande elaborazione mentale dei soggetti e delle composizioni, dedicando molto tempo al disegno.
Alcune composizioni risultavano artificiose, mancavano di naturalezza. Le torsioni dei corpi erano molto accentuate.
Iniziò con il manierismo l'era della grande elaborazione cromatica: il cangiantismo, iniziata già da Michelangelo.
Nell'architettura Michelangelo alternava timpani triangolari a timpani curvilinei (Sacrestia Nuova) ricrea anche il timpano spezzato (Porta Romana), tutte novità che vengono riprese dal Manierismo. Il simbolismo, è una delle caratteristiche di molti artisti manieristi.

Artisti:

-Jacopo da Pontormo (Pontorme).
-Il Bronzino (Monticelli di Firenze).
-Benvenuto Cellini.

Importanti opere manieristiche sono ; le cupole del Correggio realizzate da un artista del 500 ispirate alla camera picta del Mantegna.
La Camera della Vadessa, La chiesa di San Giovanni Evangelista e la Cupola dell'Assunta nella chiesa dell'Assunta,

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email