blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Luca della Robbia - Resurrezione scaricato 7 volte

La Resurrezione

Luca della Robbia, fiorentino, è l'inventore, intorno al 1440, di una delle tecniche decorative più importanti del Rinascimento, la terracotta invetriata: si tratta di una terracotta rivestita di uno strato lucente e colorato di smalto che viene cotto al forno, più robusto e uniforme della maiolica e con effetto ottico simile al vetro, un tentativo di recupero di un'arte antica che era stata dimenticata nel Medioevo. I colori utilizzati sono soprattutto l'azzurro per lo sfondo e il bianco per le figure, a cui si aggiungono il verde per le piante e talvolta il giallo. Lo stile di Luca della Robbia che impiantò una vera e propria impresa familiare destinata a durare fino alla prima metà del XVI secolo, segue l'aggiornata scultura rinascimentale, mitigandone plasticismo ed espressività; tutte le composizioni sono ispirate a una devozione semplice, dolce e comunicativa: per questo il soggetto prediletto è la Madonna con il Bambino. Le terrecotte invetriate si diffusero prevalentemente in formati piccoli nelle chiese e nelle case private, all'interno o all'esterno, ma anche in formati monumentali, come nelle lunette archiacute poste sopra l'ingresso delle sacrestie del Duomo di Firenze, delle quali la piu bella è forse la Resurrezione: l'artista ha saputo conferire il candore del marmo ai rilievi e infondere alla composizione una serena solennità. Nelle figure dei soldati addormentati e nelle loro elaborate armature si apprezza l'abilità tecnica dello scultore: l'invetriatura appare perfettamente omogenea su ogni angolo delle superfici.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email