sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Filippo Brunelleschi-

Filippo Brunelleschi fu un architetto Fiorentino del Rinascimento noto per essere stato l’inventore della Prospettiva, ma anche per la progettazione e seguente costruzione di elementi architettonici, tra i quali spicca la Cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze.
Oltre a realizzare la Cupola, si occupò anche della realizzazione della Torre Campanaria della stessa Chiesa.

-La Cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze-

Il Brunelleschi vinse, assieme a Lorenzo Ghiberti, nel 1418 un concorso indetto per assegnare la costruzione della Cupola; egli proponeva una Cupola autoportante, ossia senza alcuna struttura lignea che la sostenesse.
Filippo Brunelleschi non gradì la presenza di un altro architetto nella realizzazione della Cupola, infatti nel 1425 eliminò dalla squadra di realizzazione dell’opera il Ghiberti; in tutto la costruzione della Cupola durò 16 anni, conclusasi nel 1436.

La Cupola ha un Diametro pari a 46 metri ed è la più grande Cupola in Muratura mai costruita.
Essa esternamente parte da un tamburo ottagonale e si innalza per mezzo di Vele di pietre rosse, solcate da otto Costoloni bianchi; interamente a sostenere le Vele vi sono delle Costole più piccole unite da Anelli Marmorei. Dunque è come se ci sia una Cupola Esterna, formata da materiale più leggero, poggiante su una Cupola Interna, costituita da materiale più pesante; è presente uno spazio tra una Cupola e l’altra chiamato intercapedine.
La Cupola termina esternamente con una Lanterna, il cui bando per la costruzione venne vinto ancora dal Brunelleschi. I lavori inziarono nel 1446, pochi mesi prima della morte dello stesso Brunelleschi, quindi i lavori non furono ultimati da lui, ma da Michelozzo.
La Lanterna rispetta la forma ottagonale della Cupola stessa, e termina con una forma cuspidata ed è rafforzata dagli otto contrafforti.

-L’Ospedale degli Innocenti-

L’Ospedale (o “Spedale”) degli Innocenti era un edificio realizzato da Filippo Brunelleschi, dedito all’accogliere ed educare i bambini orfani (era una sorta di orfanatrofio), locato nella Piazza Santissima Annunziata a Firenze.
Esternamente all’edificio vi è una Gradinata composta di nove Gradini, che porta a nove Arcate, dalle quali si accede a nove Cappelle.
Sopra le nove Arcate vi sono nove Finestre Timpanate, chiamate così poiché sopra di loro vi sono delle Cornici Triangolari che ricordano i Templi Greci.
Vi sono dei Pennacchi tra un’Arcata e l’altra.
Lo Spazio Interno della struttura è cubico e la sua parte superiore è chiusa da una struttura a vela.

-Sagrestia Vecchia di San Lorenzo-

La Sagrestia Vecchia è un’opera architettonica realizzata dal Brunelleschi tra il 1420 e il 1440 e situata nella Basilica di San Lorenzo.
È chiamata “Vecchia”, poiché un secolo dopo Michelangelo ne creò una nuova, che fu denominata “Sagrestia Nuova”.
La Sagrestia vecchia è raggiungibile dal Braccio Sinistro del Transetto della Basilica; la Sagrestia si trova in una Scarsella (piccolo Abside di forma quadrata) e si presenta come uno spazio cubico coperto da una Cupola Emisferica Ombrelliforme, che poggia su dei Pennacchi; la parte interna è costituita di Costoloni, mentre esternamente non è visibile, poiché coperta da una struttura, detta Tiburio.
La sua colorazione interna e i suoi materiali costruttivi (pietra serena di colore grigio-azzurrino) sono simili a quelli usati nella Cappella dei Pazzi.

-Cappella dei Pazzi-

La costruzione della Cappella fu commissionata da Andrea de’ Pazzi a Filippo Brunelleschi.
Si trova in un Chiostro della Basilica di Santa Croce a Firenze; esternamente vi è un Porticato di forma rettangolare che permette l’accesso alla Cappella; la copertura di quest’ultima è data da una Cupola Ombrelliforme con Finestre Circolari ed è coperta da un Tiburio.
La sua costruzione terminò molti anni dopo la morte del Brunelleschi, quindi non si è certi su cosa sia stato idea di Brunelleschi e cosa no, ad esempio nella facciata sono presenti Colonne a Fusto Liscio, mai utilizzate dal Brunelleschi in altre sue costruzioni.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email