Ominide 2005 punti

Filippo Brunelleschi


Filippo Brunelleschi è uno dei principali interpreti dell'architettura rinascimentale. Ha una formazione umanistica essendo figlio di notaio, ma inizia sin da giovane svolgere l'attività di orafo prima e architetto poi.
La parola chiave dell'architettura di Brunelleschi è l'innovazione per fare sentire lo spettatore a proprio agio.
si fa un grande uso dell'arco a tutto sesto e degli ordini architettonici classici, in particolare quello corinzio, e di colonne a fusto liscio con paraste scanalate.

Cupola di Santa Maria del Fiore


Per la realizzazione della cupola venne indetto un concorso dalla potente arte della lana a cui partecipò anche il Ghiberti. Brunelleschi propose una cupola autoportante, capace di sostenersi senza armature durante la costruzione. la cupola poggia su un tamburo ottagonale con 9 oculi, finestre circolari. I materiali usati sono mattoni rossi e il marmo. E' formata da 2 calotte, una interna e una esterna, che formano un'intercapedine per prevenire l'umidità, al cui interno ci sono 8 costoloni in marmo. La cupola è stata costruita tutta contemporaneamente senza strutture di supporto in legno. le due principali tecniche costruttive utilizzate sono quella dei mattoni disposti a spinapesce, dall'opus spicatum romano, e il fatto che sia stata costruita come una cupola di rotazione e non a padiglione, con i mattoni inclinati verso i centri di curvatura.

Spedale degli Innocenti


Costituisce la base per quella che costituirà la piazza rinascimentale della Santissima Annunziata, vi si affacciano la chiesa e il chiostro. è ricorrente il numero 9, sono 9 i gradini, le arcate, le corrispondenti campate e le finestre, di forma classica e che poggiano direttamente sulla trabeazione, coperte da un timpano. E' ricordata anche per la presenza di un modulo, ovvero l'utilizzo costante di una stessa misura o dei suoi multipli, permettendo di meglio scandire lo spazio.

Sagrestia Vecchia di San Lorenzo


E' in pietra grigia, costruita per volere di Giovanni de Medici come cappella funeraria di famiglia. Vi si accede dal transetto della parte sinistra dell'omonima basilica. E' costituito da uno spazio cubico sormontato da una cupola ombrelliforme con 12 finestre circolari, a sua volta sormontato da una lanterna con 6 colonnine e un cupolino con una decorazione ad elica. L'affresco interno è come il cielo dello zodiaco per avvicinarsi alle stelle.

Basilica di San Lorenzo


Doveva essere un edificio a 3 navate laterali con transetto, interamente circondato da cappelle. Inizialmente verranno messe solo intorno all'abside e al transetto per motivi economici, e solo nel 400 verranno aggiunte le cappelle alle navate laterali. Dall'esterno si vedono solidi geometrici puri.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email