Ominide 77 punti

Tempietto Di San Pietro In Montorio

Quest’opera, edificata a Roma tra il 1502 e il 1508, è considerata quasi un prototipo per le successive chiese o i successivi monumenti del ‘500. Le caratteristiche sono una solida plasticità dell’edificio, dove nella planimetria si può ben notare un perfetto centro di equilibrio dell’intera struttura che si convoglia al centro. Si può anche notare un’antitesi tra la solidità pesante dei muri esterni, ovvero quelli portanti, e dei muri interni, quelli di decoro. È molto accentuato anche il chiaroscuro dato dagli elementi dorici e dal volume complessivo dell’edificio, che si organizza bene per tutto lo spazio che ha. Nell’esterno troviamo il tentativo dell’artista di rendere l’intero monumento parte integrante del paesaggio cittadino e circostante; si hanno infatti colori e forme che richiamano la semplicità verso il basso e l’imponenza verso l’alto. Se vogliamo ben notare infatti è a stretto contatto con gli edifici che lo circondano, e si può dire che dia anche l’impressione di maestosità. Particolari sono le 16 colonne che non sono poste alla stessa distanza ma sembrano andare a coppie. Diverso è per le colonnine presenti sul cornicione, che riportano tutte la stessa distanza e la stessa forma, unite tutte da un architrave circolare che circonda l’intero monumento.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità