Ominide 1474 punti

Donato Bramante - opere architettoniche


Chiostro di Santa Maria della pace


Quando Bramante si trasferisce a Roma sviluppa una ulteriore ricerca di stampo classico e realizza due progetti importanti, tra cui il Chiostro di Santa Maria della Pace. In questa realizzazione egli sperimenta l’applicazione degli ordini architettonici e c’è anche una ricerca molto rigorosa della simmetria. La chiesa si presenta a pianta quadrata, ed è disposta su due livelli, un porticato composto da 4 campate e un loggiato. Egli prova a sperimentare l’utilizzo dei 4 ordini architettonici (in una sovrapposizione simile a quella di palazzo Rucellai: ordine tuscanico, ionico e corinzio). su due livelli: nel primo livello utilizza l’ordine tuscanico/ionico, nel secondo corinzio/composito. Abbiamo delle lesene ioniche affiancate da semicolonne tuscaniche. Sopra composito più colonna libera corinzia. Viene usato l’arco incorniciato nel livello inferiore, mentre quello superiore è trabeato. I pieni sia nel livello superiore che in quello inferiore servono per evidenziare gli assi di simmetria e la stabilità percettiva si raggiunge anche attraverso la pianta quadrata.

Tempietto di San Pietro in Montorio


Questa architettura costituirà una sorta di modello per le architetture cinquecentesche. È una delle prime cupole emisferiche in vista, modello che verrà usato anche da Michelangelo. Il tempio è una reinterpretazione rinascimentale della tipologia greca del tempio a tholos (tempio periptero a base circolare), che si conclude però a livello della trabeazione. Bramante porta infatti un’innovazione, facendo proseguire il volume, che si conclude con una cupola e una lanterna. Possiamo individuare delle colonne di ordine tuscanico, il fregio dorico con metope e triglifi, la cornice, la balaustra. Il naos è scavato da una successione di nicchie centinate con catino a conchiglia. Al di sotto del tempietto c’è una cripta. All’interno ci sono delle lesene in corrispondenza delle colonne esterne. Secondo Sebastiano Serbio anche la piazza circostante doveva essere circolare, per far sì che fosse in armonia con il tempietto.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email