sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Barocco-

Il Barocco è un movimento culturale sviluppatosi nel 1600, che comprende letteratura, filosofia, arte, ecc.
Il termine ‘Barocco’ deriva dal portoghese ‘Barrojo’, termine che definisce una pietra preziosa grezza, non lavorata; nel 1700 assunse una connotazione negativa, indicando qualcosa di strano, diverso dal normale.
Questo periodo è caratterizzato da un’arte esuberante, bizzarra ed irregolare; le opere sono caratterizzate da eccessive decorazioni e da linee ondulate e non più rette.
La Riforma Luterana e la successiva Controriforma del 1500 hanno influenzato molto l’Arte Barocca, infatti essa venne utilizzata come mezzo per recuperare tutti quei fedeli che avevano abbandonato la Chiesa; per fare ciò, gli enti ecclesiastici commissionano diverse opere i cui soggetti non devono più essere personaggi divini o aulici nella loro divinità (in modo perfetto), ma con caratteristiche che facciano esprimere sofferenza e dolore, in modo da mostrare che Dio e Gesù hanno sofferto, così come anche il fedele ha sofferto lungo la sua vita.

Viene rinnovato anche l’assetto urbanistico (Chiese, Basiliche, ecc.), puntando di più alla bellezza estetica che alla funzionalità degli edifici, sempre per attirare i fedeli a ritornare nei luoghi di culto.

-Caravaggio-

Michelangelo Merisi, conosciuto come ‘Caravaggio’ visto che proveniva dal paese bergamasco di Caravaggio, è stato un pittore italiano, il più noto tra i pittori dell’arte barocca.
Egli nacque a Milano da una famiglia bergamasca di Caravaggio; era un personaggio molto evasivo, tanto che ebbe vari guai con la legge, visto che una volta uccise addirittura una persona durante una rissa; questo fatto lo portò a sportarsi frequentemente tra Napoli, Malta, la Sicilia e Roma.
A Roma ebbe i suoi inizi pittorici, lavorando in varie botteghe, ma la sua pittura non era particolarmente accettata, poiché innovativa con quella del periodo.
Però a Roma conobbe il Cardinale Francesco Maria del Monte, che gli commissionò le prime opere, tra le quali il ‘Canestro di Frutta’.
Durante il resto della sua carriera di pittore, ebbe diversi contrasti con l’Inquisizione, che lo considerò addirittura blasfemo, nonostante lui si considerasse molto legato alla religione.
Caratteristiche comuni della sua pittura sono: l’introduzione di una luce di cui non si sa la vera fonte, visto che sembra provenire da fuori del quadro; gli sfondi scuri, per far risaltare i personaggi e per non far disperdere lo sguardo dell’osservatore; il naturalismo eccessivo; la scelta di prostitute o barboni come modelli per le sue opere, poiché era dell’idea che essi, avendo sofferto molto nella loro vita, erano gli unici in cui si poteva cogliere lo sguardo del Cristo.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email