Ominide 4467 punti

Tempio Malatestiano[/center

]

L’opera è rimasta incompiuta per la morte del committente, avvenuta nel 1468. Alberti sceglie di mantenere integralmente le strutture della chiesa esistente e di rivestirla con un involucro marmoreo.
Nelle parti realizzate si evidenziano precisi riferimenti all’architettura romana. L’ingresso si ispira ai grandi archi trionfali, che per la prima volta sono elemento ispiratore per un edificio sacro cristiano. Come gli antichi templi, poi, la chiesa poggia su un alto basamento che la isola rispetto allo spazio circostante; lungo il suo perimetro si sviluppa un motivo a racemi, anch’esso di derivazione romana.
Una cornice orizzontale, con fregio dedicatorio in onore del committente, percorre orizzontalmente l’intero edificio e separa i due “ordini” della facciata. Infine, il frontone arcuato alla sommità avrebbe sottolineato visivamente la cupola emisferica prevista nella parte terminale dell’edificio, pensata sul modello del Pantheon.

Il progetto albertiano presenta riferimenti all’architettura civile e celebrativa. Tuttavia, la tipologia templare è richiamata dall’innalzamento su stilobate,e la stessa denominazione indica che la chiesa è stata concepita come luogo in cui depositare la memoria storica del principe, in una commistione tra ideali classici e cristiani.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità