Video appunto: Alberti, Leon Battista - Firenze

Le opere di Leon Battista Alberti a Firenze



Leon Battista Alberti lavorerà a Firenze a partire dal 1439 per la agiata famiglia mercantile dei Rucellai.

[bh2]Facciata di Santa Maria Novella di Leon Battista Alberti

Questa facciata gli venne commissionate da completare: era una facciata gotica.

Leon Battista Alberti dimostra un'eccezionale capacità nell'integrare i moduli tipici del Rinascimento all'interno della tradizione romanico-gotica fiorentina.
Quest'opera sarà la prima facciata rinascimentale di un edificio religioso, poiché corrisponde ad un preciso ordine geometrico fondato sulla forma quadrata: infatti, nello schema rigorosamente matematico della facciata il modulo quadrato risulta suddiviso in ulteriori quadrati secondo un principio che diventerà quello di base per l'arte Rinascimentale.

Tempietto del Santo Sepolcro di Leon Battista Alberti



Egli ricevette questa commissione nel 1447: dovette progettare il nuovo palazzo fiorentino di via della Vigna, nel cuore del quartiere di Santa Maria Novella.
Questa struttura, destinata ad accogliere le spoglie di Giovanni Rucellai, ha una pianta rettangolare, impostata sul rapporto aureo: relazione numerica tra altezza e larghezza nota ed apprezzata fin dall'antichità per i rapporti di equilibrio, che permette di creare tra. le varie parti di un edificio.