Ominide 1060 punti

La casa sulla cascata


Una delle case più famose è la casa della cascata che realizza per la famiglia Kaufmann. Anche al centro di quest’abitazione c’è un camino. I Kaufmann hanno un figlio che studia architettura e lavora presso lo studio di Wright a Taliesin. Nello studio ci sono stati due incendi, uno provocato da un suo servo, facente parte di una setta; nell’incendio muore la moglie di Wright. Esiste quindi la Taliesin 1 e la Taliesin 2. I Kaufmann vogliono costruire delle case residenza per le vacanze dei loro dipendenti. Il progetto fallisce e decidono di fare una villa familiare. Davanti al focolare affiorano delle pietre, che sono le pietre naturali di alcune cascatelle. Costruisce la casa sul torrente. Realizza uno sbalzo sul terrazzo di 5,40 metri. La sua idea è di fare questa villa che nasce e si integra nella natura; sembra nascere dalla roccia stessa. Ci sono delle vetrate che aprono sulla natura; c’è un continuo interno/esterno. Ci sono molti spazi aperti verso la natura. Wright ama moltissimo il Giappone e tutta la sua architettura richiama la villa imperiale giapponese.
Ci sono anche scale sospese che scendono nel torrente. I parapetti sono in cemento armato e smussati sugli angoli, così da richiamare i sassi nel torrente. I pilastri sono all’interno delle murature. I terrazzi sono sospesi l’uno sull’altro e c’è anche l’idea di una casa “musicale”: si sente sempre lo scorrere dell’acqua.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email