blakman di blakman
VIP 9176 punti

Paul Cézanne - La casa dell'impiccato a Auvers


Cézanne si espresse sempre con un linguaggio personale, caratterizzato da una pennellata energica e soprattutto da strutture compositive complesse, come dimostra La casa dell'impiccato a Auvers, dipinta nel 1873. In questa tela non si avvertono la vitalità e la leggerezza dei quadri degli altri impressionisti; colpisce invece la salda costruzione dei volumi: l'inquadratura è ravvicinata e gli edifici che si fronteggiano fanno da sipario all'aprirsi della veduta di Auvers sopra i tetti delle case. All'orizzonte alto si contrappone la diagonale incisa della strada in primissimo piano, che a sinistra esce dal campo visivo, tagliata dal margine del quadro come le fronde degli alberi in alto. La forte individuazione delle forme non è più una conseguenza della precisione del disegno, bensì del colore, la cui consistenza fisica conferisce ai soggetti una maggiore solidità e concretezza realistica. I contorni appaiono disgregati dai densi strati di colore steso con la spatola e con lunghe pennellate pastose che permettono alle forme di compenetrarsi l'una nell'altra.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017