ag172d di ag172d
Ominide 312 punti

Il Surrealismo si diffonde in Europa a partire dal 1924, anno di pubblicazione del Manifesto del Surrealismo di André Breton.
E' un movimento di dimensione europea, che coinvolge le arti figurative ma anche la letteratura, la poesia, il teatro, il cinema. Influenzerà l'arte di tutto il Novecento.
Il Surrealismo è l'arte dell'inconscio. Sull'onda di quanto fa negli stessi anni in medico Sigmund Freud con la psicanalisi, l'artista surrealista mette a nudo gli oggetti nascosti della nostra conoscienza e la sua componente irrazionale.
L'artista rappresenta il sogno e nello stesso modo della realtà, e ciò produce immagini inconsuete e sorprendenti. Egli dà forma a ricordi improvvisamente riemersi, descrive stati visionari e di allucinazione, indaga i meccanismi profondi di gesti abitudinari, di azioni o pensieri.
Secondo Breton, le immagini devono essere tracciate sulla carta o sulla tela in modo diretto,'automatico', al fine di liberarsi gli stati più profondi dell'incoscio. Max Ernst,L'éléphant Célèbes,1921. Olio su tela. Tate Modern, Londra

Il Surrealismo ha elaborato due scelte figurative: una naturalistica, l'altra astratta, che spesso sono compresenti in uno stesso artista. I pittori André Masson (1896-1987), Yves Tanguy (1900-1955), Juan Mirò (1893-1983) e Max Ernst (1891-1976) partono dalle forme naturali, ma le trasfigurano seguendo un principio di astrazioni. Essi raccontano storie fantastiche attingendo dal sogno e dalla loro memoria.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità