Ominide 438 punti

Il realismo

Nella seconda metà dell'800 sorge una crisi d'identità dell'artista.
Mentre il pittore romantico mette nei suoi quadri il sentimento, dando una visione storica accurata, il pittore realista non si rifugia nello storicismo ma intende rappresentare la realtà così com'è in modo oggettivo. L'artista deve prendere contatto con il quotidiano, con i cambiamenti storico-culturali.

Gustave Courbet

Uno dei maggiori esponenti, nonchè capostipide di questa corrente è Gustave Courbet.
Studia in seminario, quindi in un primo momento ha un'impronta ecclesiasta ma successivamente se ne allontana.
Dapprima romantico passa ad una pittura realista. Comincia a rifiutare l'arte accademica, quella dimostrativa.
Il suo credo è non rappresentare l'arte rappresentativa ma secondo lui la pittura consiste soltanto nella rappresentazione di oggetti visibili e tangibili.

Gli spaccapietre-1849

Quest'opera è stata distrutta durante la prima guerra mondiale. Notiamo una realtà misera sofferente.
L'uomo lavora in condizioni disumane e questo ci porta alla rappresentazione della realtà nuda e cruda.

L'atelier del pittore-1854/1855

Dipinto di grandi dimensioni (3,50x6,00). Ha dipinto su una tela così grande in atteggiamento provocatorio rispetto alle grandi opere accademiche con soggetti aulici. Al centro dipinge se stesso e la tela su cui dipinge rappresenta il paesaggio di Ornan (scuola di Barbizon). L'ambiente raffigurato è un vecchio granaio (forse quello donategli dal padre contadino per dipingere). Possiamo distinguere tre gruppi:
-Al centro il pittore, la donna nuda e il bambino con addosso vestiti laceri;
-A sinistra disposti in maniera confusa ci sono i banali;
-A destra disposti in maniera più composta ci sono gli eletti;
I banali (i demotivati) sono gente che vive della morte, non hanno aspirazioni, non danno contributo alla società.
Persone umili, prostituta, bracconiere con cane, donna che allatta (in maniera scomposta), un mendicante, un prete e un banchiere ebreo.
Gli letti sono coloro che vivono della vita, gente colta, poeti, filosofi, gente che porta contributo alla società (vediamo anche Bodler che legge).
La donna nuda è la musa ispiratrice, la verità è nuda.
Il bambino rappresenta la semplicità, l'innocenza.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email