Edvard Munch

Nasce in Norvegia, infanzia difficile (morte madre e due fratelli)
Autoritratti. Che significato hanno per i simbolisti? Far vedere i vari stati d animo, ma soprattuto la condizione dell artista in quell istante e come percepisce sé.

1895- Autoritratto con sigaretta (visione di se stesso, ma anche visione dell uomo universale. Desiderio di rendere universale quello che sta comunicando)
-Rivolge la spalla verso l osservatore
-Sigaretta in mano
-Elegante
-Elementi strani e inquietanti: sfondo e atmosfera scura e ombra proiettata dietro, fumo che sembra circondarlo. Sembra un apparizione un po' spettrale, evanescente.

1903- Autoritratto all inferno
-Si rappresenta nel fuoco dell inferno ma con tratti ancora riconoscibili
-Perché l ha fatto? Perché stava vivendo un momento difficile.

Autoritratto tra il letto e l orologio- 1940 (ultima parte della sua vita)

-La verticalità dell artista e dell’orologio si contrappone all orizzontalità del letto
-L’orologio e il letto indicano i limiti della sua esistenza e lui si trova nel mezzo insieme ai quadri che rappresentano il suo impegno nella sua esistenza.
-Colori vivaci.
-Tema della morte (molto presente nei suoi quadri di questa fase della sua vita)

L'urlo 1893 (conservato a Oslo)
-Lungo un fiordo, ora del tramonto.
-Due sagome in controluce in fondo sul ponte (i suoi amici con cui Munch stava camminando, secondo il suo racconto)
-Non é una scena idilliaca da quello che racconta, ma una scena che fa paura, apocalittica.
-Il personaggio in primo piano quindi é Munch perché sta urlando di paura. Non viene rappresentato in modo reale, ma sembra quasi un teschio, é deformato. É la personificazione del tormento e dello strazio della vita dell’ uomo.
-Tutto è deformato, il paesaggio circostante sembra amplificare l urlo, sembrano gli effetti di questo urlo (natura specchio dell anima)
-Colori molto vivaci intensificano lo strazio
-Le figure in secondo piano sembrano non essere toccate da questo urlo, è un urlo soffocato e senza risposta

-->Munch sostituisce la rappresentazione naturalistica con la rappresentazione del dramma esistenziale che caratterizza tutta l’umanità, tutti possono immedesimarsi nelle sue opere anche se il pittore cerca di esprimere le sue proprie sensazioni.

1899- Danza della vita
-rappresenta una danza all aperto davanti al mare.
-In primo piano tre figure: una donna da sola con un vestito bianco, una coppia, a destra una donna in nero.

-Queste tre donne rappresentano le tre età della donna: purezza, sessualità, vecchiaia.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità