blakman di blakman
VIP 9176 punti

René Magritte - L'impero delle luci


Il soggetto del dipinto è in apparenza alquanto banale. Si tratta di un paesaggio: un piccolo specchio d'acqua è posto in primo piano e una casa con un grande albero domina la scena, mentre la vegetazione e il cielo sono collocate sullo sfondo. Pur nella descrizione realistica e minuziosa dei dettagli, la scena produce però un senso di sbigottimento nell'osservatore: lo sconcerto è dovuto alla scelta operata dal pittore di riunire in un'unica immagine due momenti, il giorno e la notte che non possono coesistere. Nella realtà Magritte dipinge nella parte alta del quadro un cielo diurno, azzurro e chiaro, percorso da nubi bianche, mentre nella parte inferiore la casa, l'albero e il lago sono immersi nella notte cupa. Ad accentuare l'effetto spiazzante delle'insieme è il contrasto fra luce serena del cielo e le luci artificiali, più fievoli quelle provenienti dall'interno della casa, più netta quella prodotta dal lampione che crea un gioco d'ombra sulla facciata. Magritte, consapevole della forza che può sprigionarsi dalla compresenza di elementi contrastanti, in grado di produrre nello spettatore insieme stupore e riflessione, scrisse a proposito di quest'opera: "Nell'Impero delle luci ho rappresentato due idee diverse, vale a dire un paesaggio notturno e un cielo come lo vediamo di giorno. Il paesaggio fa pensare alla notte e il cielo al giorno. Trovo che questa contemporaneità di giorno e notte abbia la forza di sorprendere e di incantare. Chiamo questa forza poesia".

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove