Ominide 4479 punti

La rappresentazione della realtà

Il punto di partenza del gruppo era la resa della realtà nella sua globalità: dal momento che stabiliamo con la realtà un contatto quotidiano, essa fa parte di noi ed è quindi passibile di essere dipinto. Il rapporto degli impressionisti con la realtà è diverso da quello della “Scuola di Barbizon”. I pittori di Barbizon esprimono romanticamente il sentimento grandioso che essa suscita in loro. Gli impressionisti invece la rendono così come la vedono. La modernità degli impressionisti consiste nel loro modi di affrontare il problema del rapporto con la realtà. Nessun oggetto vive da solo, ma in un contesto generale che non ha mai termine così come la nostra vita è un continuo fluire senza pause. Nella riproduzione pittorica dunque nulla potrà essere definito, la realtà dovrà piuttosto essere resa nella sua globalità come noi la percepiamo.

L’occhio, la luce, il colore

Il nostro occhio vede oggettivamente ogni dettaglio sul quale si sofferma. Ma la ragione opera una sintesi e comprende la realtà nella sua sostanza. E questo è un altro punto fondamentale, dal quale gli autori impressionisti traggono le conseguenze più estreme. La luce è l’elemento indispensabile per la visione : tutto ciò che è davanti ai nostri occhi è visibile solo se illuminato. Tutto ciò che noi vediamo è luce e colore. Da qui lo studio accurato che gli impressionisti dedicano alla luce e al colore, basandosi sulle nuove scoperte scientifiche e constatando come non esiste il “colore locale” ossia quello di un singolo oggetto perché ogni colore che vediamo nasce dall’influenza del suo vicino in un concatenamento reciproco. L’impressionismo è il trionfo del colore. Le ombre, sono anch’esse formate da color, per lo più complementari. L’uso dei complementari o meglio l’accostamento di un colore al suo complementare diventa consapevole e sistematico negli impressionisti e genera la straordinaria luminosità dei loro quadri. Essi giustappongono i colori sulla tela, frammentandoli in tocchi di misura variabile. Ogni impressionista ha un proprio mondo interiore, e anche rappresentando la stessa opera alla stessa ora, da una stessa prospettiva con un unico punto di vista usciranno opere completamente diverse.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email